Programma Qi Gong


 

Il programma di Qi Gong oggi presente all’interno dei nostri corsi è per la maggior parte frutto degli insegnamenti del M° e Dott. Zhao Min Hua.

maestro Qi Gong

Il M° e Dott. Zhao Min Hua insegna il Qi Gong del metodo Taoista denominato Liang Yi Gong ovvero il “Qi Gong degli opposti” insegnatogli dal M° Jian Shan Qing (1912/1989). Questo stile di Qi Gong permette di sentire molto velocemente il Qi che si manifesta ed il suo sviluppo.

Inoltre questo metodo permette in modo più facile il passaggio dell’energia nel piccolo circuito celeste, senza alcun effetto collaterale dannoso. Il programma di questo metodo è illustrato in basso ed è costituito da due sezioni: il Ming Gong ed lo Xing Gong. Ming Gong significa “Pratica per sviluppare una buona salute”, Xing Gong significa “sviluppo di capacità speciali”.

Il Programma del M° Jian Shan Qing che il M° Zhao Min Hua insegna solitamente è il seguente:

 

MING GONG (pratica per sviluppare una buona salute)

Re Shen Gong esercizi per far riscaldare il corpo

He Gong Movimenti della Gru

Zhuang Gong esercizi del Palo Immobile

La Qi Gong Tirare il Qi o energia

Yang Qi Gong Supplemento energetico

Zhou Tian Gong Piccolo Circuito Celeste

Chong Qi fa Respirazione per accumulare energia

Dong Qi Fa Spingere la circolazione energetica

Tong Guan Fa Far passare il valico

Xing Gong (sviluppo di capacità speciali)

Re Shen Gong
Kang Guan Osservare la luce
Qi Lin Xian Sheng liu fa 6 metodi per Visita dell’Unicorno Cinese
Kai Tian Mu Fa Tecnica per l’apertura del terzo occhio

Per meglio conoscere il Qi Gong Taoista del Maestro ZHAO riporto qui sotto un articolo pubblicato dal maestro nel 2004 nella rivista “Arti d’Oriente”.

Un antico metodo di Qi Gong Taoista Tradizionale

L’arte della longevità che ha conquistato l’occidente – Autore Dott. Zhao Min Hua

Il Qi Gong è una antica arte cinese tradizionale per mantenere il corpo forte, per ottenere una buona salute e per vivere a lungo. Generalmente si dice che il Qi Gong abbia avuto origine circa tremila anni orsono. Infatti trent’anni fa in Cina è stata scoperta nella regione di Hu Nan una tomba risalente a più di 2770 anni indietro. All’interno della tomba è stata trovata una scritta sul bambù dove erano registrate delle tecniche di Qi Gong. L’intero programma delle tecniche rappresenta molto da vicino quello che oggi viene normalmente svolto dai praticanti moderni. Gli antichi cinesi hanno scritto in questo bambù a proposito della respirazione in posizione seduta, qualche movimento, come seguire un’alimentazione corretta e cosa bere per godere di una vita migliore.
Fino ad oggi i maestri cinesi hanno contato più di 3600 metodi di Qi Gong, ma i sistemi principali vengono raggruppati in 3 correnti maggiori: quello Taoista, quello Buddhista e quello Confuciano.
Il Qi Gong Confuciano ha origine in Cina e non dispone di vere e proprie tecniche, si richiede al praticante di applicare costantemente il Qi Gong nella vita di tutti i giorni. Infatti la caratteristica principale risiede nel mantenersi in ogni occasione sempre tranquilli, mai arrabbiati, di non essere troppo felici, di non essere troppo tristi, di non pensare troppo, di volgere lo sguardo al positivo, di compiere buone azioni verso gli altri, di dormire e nutrirsi in modo regolare, di non coltivare troppe brame di riposo o di rapporti sessuali, di non mangiare troppo, di non avere troppa fame, di mantenersi leggeri nel vivere. Ciò viene definito come Pin De ovvero “Qualità Morali Personali”.
Il Qi Gong Buddhista trova le sue origini dallo Yoga indiano. Le tecniche più importanti sono chiamate Zuo Chan ovvero “Stare seduti e non pensare a nulla”, la mente deve essere scevra da ogni desiderio. E’ molto importante lo Shou Yin ovvero la “Forma assunta dalle mani” durante gli esercizi. All’interno di questa corrente vi sono anche tecniche svolte in movimento, di pensiero, e di respirazione. In cinese questa scuola viene definita anche come Gong De ovvero “Abilità nel servire ed aiutare gli altri”.
Il Qi Gong Taoista trova le sue origini in Cina e la sua teoria fondamentale si basa sui testi dello Yi Jing ed il Dao De Jing insieme alle teorie mediche tradizionali cinesi. Al suo interno si trovano molte tecniche e forme. Ad esempio i 3 Dan Tian (quello superiore, quello medio e quello inferiore) sono punti molto importanti nei meridiani: lo Yin Tang è quello superiore, quello medio è Tan Zhong, quello inferiore è il punto Qi Hai o Guan Yuan. Nella tecnica specifica del Zhou Tian Gong o “Piccolo circuito celeste” la circolazione energetica si svolge lungo due meridiani (o vasi) straordinari (o curiosi). La corrente Taoista viene chiamata Dao De ovvero “Ragione, legge o regola della virtù” intesa come potenzialità massima dell’essere umano.
Le tecniche del Qi Gong Taoista sono tra le più ricche, vi sono tecniche per regolare il corpo, il pensiero, la respirazione, in cinese ciò è detto San Tiao ovvero le “Tre Regolazioni”. Vi sono tecniche di automassaggio, vi sono diete apposite, uno specifico e scandito ritmo di vita o bioritmo, vi sono pratiche sessuali dette in cinese Fang Zhong Shou ovvero “Tecniche della camera da letto”. Vi sono pratiche marziali dette Qiang Shen Gong ovvero “Sviluppare una parte del corpo in modo speciale” (vedi “i Segreti del Gong” ed. Sport Promotion).
In Cina i testi più numerosi ed antichi sono quelli Taoisti, qualcuno di questi è più conosciuto. Ad esempio nella dinastia Jin (265/420) il Maestro Ge Hong (283/363) ha scritto il libro Bao Pu Zi Nei Pian ovvero “Raccogliere l’energia condensata”. Nel 1622 un maestro di nome Wu Chong Xu (?/?) scrisse Nei Lian Jin Dan Xin Fa ovvero “Esercizi interni per condensare l’energia”.
Il Qi Gong Taoista ha molti stili ed è molto diffuso. Un sistema molto noto è quello denominato Nei Dan Gong ovvero “Esercizi per l’energia interna”, un altro è quello chiamato Jiu Long Hui Dan Shu ovvero “Tecnica dei 9 draghi per prendere l’energia condensata”.

Il giovane ZHAO MIN HUA conosce il M° JIAN SHAN QING
Ho avuto modo di conoscere un maestro di Qi Gong Taoista che poi è divenuto mio maestro. Il suo nome era Jian Shan Qing (1912/1989), ed era anche professore di medicina tradizionale cinese. Il maestro Jian da giovane era di costituzione molto debole e sempre malato. Nel 1931 un monaco taoista venne a Pechino dalla regione dello Shan Xi, costui insegno al M° Jian un metodo di Qi Gong Taoista tradizionale. Dopo qualche periodo di pratica il M° Jian riacquistò completamente la sua salute. In seguito il M° Jian acquisì l’abilità di vedere la luce propria al corpo delle altre persone al fine di identificarne eventuali malattie. Egli poi venne sottoposto a innumerevoli sofferenze durante il periodo della Rivoluzione Culturale. Questi tristi eventi portarono sua moglie al suicido e sua figlia a sviluppare una grave malattia mentale che portò purtroppo anch’essa al suicidio. Da allora in poi la salute del M° Jian peggiorò, ma il suo spirito rimase sempre tranquillo anche durante quei momenti bui. In tutta la sua vita egli non si interessò mai ai buoni cibi, ai bei vestiti, alla fama, alla reputazione, a possedere una bella casa, al lusso, non si interessò mai ai guadagni. Nonostante la terribile fine dei suoi cari egli non nutrì mai sentimenti di odio o di vendetta.
Una volta cercai di manifestargli la mia comprensione umana, la mia compassione, ma lui sorrise dolcemente e mi disse con voce bassa: “La salute è la cosa più importante per tutte le persone, va tutto bene io non voglio discutere degli eventi tristi ed infelici”. Dopo tanti anni di conoscenza tra noi egli non parlò mai di questo argomento. Il M° Jian lavorava come medico, ma i suoi interessi erano concentrati esclusivamente sullo studio e la pratica del Qi Gong. Egli lesse molti testi antichi sul Qi Gong e praticò diversi metodi, approfondendone gli argomenti e sviluppando delle sue idee ed opinioni originali. Insegnò a pochi studenti e motivava così il fatto: “Insegno solo agli studenti che sono interessati ed amano veramente il Qi Gong”.

Il M° e Dott. Zhao Min Hua esprime tutto il suo apprezzamento per il M° Jian e per tutto ciò che gli ha insegnato ed il suo rincrescimento per i tristi eventi che hanno sconvolto la sua esistenza senza i quali la sua vita sarebbe stata più lunga e felice.

Maestro Zhao Min Hua

Maestro e Dott. ZHAO MIN HUA

Il M° Zhao nasce a Pechino nel 1949, nel 1977 si laurea alla facoltà di medicina tradizionale cinese di Pechino ed esercita la professione di medico primario di agopuntura. Oltre al Qi Gong taoista pratica ed insegna il Taiji Quan stile Wu, Ba Gua Zhang e Xing Yi Quan. Continua il suo perfezionamento sotto la guida di famosi maestri come Yang Yu Ting (Taiji Quan) e il taoista Jiang Shan Qing (Qi Gong). E’ in Italia dal 1993. E’ autore di diversi testi in lingua italiana: “Taiji Quang stile Wu e Tui Shou”, “Il segreto del Gong”, e “Xing Yi Quan stile dello Hebei”. E’ stato 2 volte campione di San Da a Pechino. Di recente pubblicazione “Il Ba Gua Zhang” stile Cheng – Luni Editrice 2006. Proviene da una famiglia di medici di M.T.C. da diverse generazioni. Dal 2003 valida guida di riferimento della nostra scuola La Via del T’ai Chi.

 

Questo sito utilizza i cookie. Cliccando Accetta, autorizzi l'utilizzo dei cookie Altre Info

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi